fbpx
  • info@resilienzaitalia.org
Accedi


Aderisci a Filiera Eco Canapa Italia

LOGO RESILIENZA CANNABIS Registered

Filiera Eco Canapa Italia

Economia di Filiera agricola e imprenditoriale che dialoga con la Società.

      La grave congiuntura finanziaria, ma anche economica e sociale in atto, ha prodotto effetti devastanti sull’agricoltura italiana, La globalizzazione e l’imposizione delle quote di import, sta infierendo sempre più violentemente, specie sulle piccole e medie economie del variegato e qualitativamente eccelso mercato agricolo e purtroppo, se non si pone rimedio a questa curva discendente, ci saranno effetti anche maggiori e di lunga durata filiere agroalimentari della nostra penisola.

       La crisi e le imposizioni dell’Europa e degli accordi internazionali extra-europei nel settore dell’agro-alimentare assumono connotazioni di giudizio severo nei confronti del sistema economico capitalistico o, se si vuole, del sistema basato sull'economia di mercato, sui diritti di proprietà e sul principio della competizione;

La competizione pura, portata ad estrema concorrenzialità dei prezzi di mercato genera sfiducia e impoverimento progressivo. Lo stiamo vivendo in questi ultimi 10 anni.

       Le transazioni, la compravendita, al contrario, si è sempre basata su un rapporto fiduciario tra chi vende e ci compra e questo equilibrio ora va improrogabilmente esteso sino alla domanda ed alle esigenze del Consumatore, sul suolo nazionale ed all’estero, se si vuole che questa progressiva paralisi della nostra amata Terra e dell'economia che su essa si poggia, non diventi permanente e senza via di uscita. Le terre incolte si depauperano in fretta, specie dopo coltivi intensivi ripetuti, che non hanno dato loro il tempo di rigenerarsi nel modo dovuto.

      La crisi in Agricoltura è – a nostro modo di vedere, quindi – di tipo ETICO e anche CULTURALE, ma si può riparare in breve tempo e con la volontà di COOPERARE e modulare il necessario dialogo, trasparente ed onesto, con chi compra e consuma il prodotto, educando anch’egli ad una via maggiormente CONSAPEVOLE di scegliere, acquistare e nutrirsi.

      Resilienza Italia ONLUS parte proprio da queste constatazioni di fatto per affinare il proprio obiettivo, concretizzando il progetto Filiera Eco Canapa Italia,  che intende rispettare questi elementari propositi di base per creare le giuste connessioni sinaptiche tra consumatore, produttore, imprenditore, artigiano e lavoratore, sviluppando un circuito virtuoso, creato da Donne e Uomini, che abbiano compreso che l’intelligenza e lo spirito solidale e collaborativo sono i primari ingredienti delle migliori creazioni innovative. La coltivazione della Canapa e lo sfruttamento dei suoi variegati sottoprodotti e materia prima, ce ne offre una grandissima opportunità, proprio in questo momento, nel quale questo vegetale robusto e storicamente tutto italiano, sta balzando agli onori delle cronache e desta enorme interesse in vari settori merceologici.

       Un futuro agricolo sostenibile dipende unicamente dalla cooperazione, non se ne crea uno diverso, se non facendo contrarre i consumi, cosa che sta accadendo vertiginosamente, o creando povertà e senso di sfiducia, diffidenza e rinuncia.

In quest’ottica, la crisi insegna la via, come pensano i “resilienti” che dalla crisi assorbono energia creativa e volontà del fare  rinnovata. Noi siamo esattamente questo, resilienti. Dalla pratica economica corretta e non competitiva, si ottengono nuovi valori che si insediano all’interno della società e cambiano le regole del vivere degli Uomini. Valori come la trasparenza, l’onestà, la reciprocità, l’equità,  approdano immancabilmente al Valore al quale tutti vogliamo ambire, la FELICITA'.

       Il Benessere, così come erroneamente lo intendiamo noi occidentali, non è solo salute fisica, è una condizione del vivere, certi di non dover temere imbrogli, truffe, inganni, sicuri di avere chi tutela sulla sanità del cibo, sulla sua naturalezza, sulla sua integrità, sulle tue scelte, guidate da informazione sana e onesta.

       Se questa Regola Aurea diviene la formula per una filiera produttiva organica e funzionale, che giunga quindi al sentire dei consumatori più attenti, correttamente informati, non ci sarà timore di insuccesso, non potrà che essere  l’inizio di un cambiamento radicale dell’economia, legata alla Terra ed al buon Cibo, ma si potrebbe dire, del terreno sociale tutto.

      Una filiera funzionale come quella che abbiamo progettato, sulla base di un articolato studio a livello nazionale, imperniato su aspetti di fattibilità tecnico/economica, firmato da AMBI.TER., non subirà il mercato, non soffrirà di una politica dei prezzi imposta e non dovrà disperdere energie preziose per combattere l’eterna ed inutile guerra della concorrenza: detterà regole etiche interne e volte all’esterno,  prezzi accessibili, perché la fase conoscitiva del prodotto Canapa ha bisogno di divulgazione e didattica, di sperimentazione e di degustazione, di incentivi alla conoscenza, non di diventare prodotto “d’élite” per una gerarchia di consumatori facoltosi, per poi perdere di nuovo e stavolta, per sempre, la propria natura di opportunità aperta a tutti.

      L’impresa cooperativa storicamente, nasce proprio per andare incontro ai bisogni delle persone più deboli e marginalizzate e in questo momento l’Italia ha enorme bisogno di andare incontro a 12 milioni di individui in condizione di indigenza. Partecipare ad una Filiera della Canapa, completa e partecipativa, darà modo di destinare parte dei ricavati proprio al sostegno di questa categoria di “nuovi poveri”, come li definisce la comunicazione mediatica, come se la povertà avesse un’anagrafe e un'età.

     Impresa, commercianti e mondo agricolo non saranno più collocati su diversi gradini di una virtuale, ma impietosa, piramide della produzione, come quella attuale. Saranno posti gli uni accanto agli altri, attenti alle istanze del consumo che con essi stessi avrà rapporto diretto e fornirà un feedback importantissimo per affinare le metodiche e le regole di produzione interne. Il Borgo della Canapa, aspetto fondante e vero perno volanico del progetto Filiera Eco Canapa Italia, servirà proprio a questo scopo, ad aprire le porte al consumatore, rendendolo partecipe delle fasi economico-produttive e non solo del gusto o del piacere dell’acquisto del prodotto finito e confezionato. Un modello di esempio e ripetibile su tutto il territorio nazionale.

      Queste, a nostro avviso, sono le carte vincenti di questa partita che il nostro Paese sta giocando su troppi tavoli, lontani dalla nostra percezione e intelletto. Il tavolo del gioco lo dobbiamo riportare qui, in italia, che della Canapa era sovrana indiscussa a livello mondiale, fino a pochi decenni fa.

    Se sei un agricoltore, un imprenditore, un artigiano, un esercente, un panificatore, se la tua azienda fa parte di quell’ampio corollario manifatturiero, che ha sempre motivato la nostra grandezza economica e creativa, se offri servizi, anche nel settore del terziario avanzato, se vuoi e se credi che questo modo di produrre, vende e comprare sia quello giusto, allora devi essere al nostro fianco e lavorare per un nuovo modo di fare Economia Reale, nel Reale.

Le previsioni e le stime sono estremamente incoraggianti e puntano decise alla riconversione agricola verso la Canapa, LEGGI

Compila questo modulo informativo, con i tuoi dati, quelli della tua azienda e una breve scheda riassuntiva del tuo spettro d’azione e settore. Ti contatteremo per concordare un incontro e parlare del Futuro insieme.

 

Aderisci   Domande Frequenti