Lunedì, 15 Giugno 2020 13:22

Una pianta antichissima, da sempre nella nostra storia

Scritto da Blogger
Vota questo articolo
(0 Voti)

Stando a recenti ritrovamenti fossili, la coltivazione della canapa in Europa sembra risalire addirittura al Neolitico.

Si pensava che la sua introduzione in Europa risalisse al 500 d.C., ma i recenti ritrovamenti in Germania stimano che fosse già presente sul territorio fin dall’Epoca Oligocene (34 – 23 milioni di anni fa), la cosiddetta Cannabis Oligocaenica. È quindi presumibile che abbia preso parte alla storia dell’uomo europeo da molto prima delle stime di importazione note fino ad oggi.

Di fatto questo reperto preistorico rivoluziona la nostra idea di espansione della pianta nel mondo .

Fino a poco tempo fa, gli esperti facevano risalire coltivazione e utilizzo della canapa a 8000 anni fa, diffusa in Asia Centrale, dove veniva utilizzata per produrre tessuti e per uso medicamentoso.

Olpe in bucchero di Cerveteri, raffigurante gli Argonauti intenti a trasportare una vela di canapa.

All’altezza del primo Argonauta si osserva la scritta “kanna” (da Bellelli, 2002-03, fig. 1 e 2, pp. 80 e 81)

Dall’anno Mille, in Italia, con l’affermarsi delle Repubbliche Marinare la canapa ha conosciuto un lungo periodo di successo, molto apprezzata per la costruzione di materiale nautico: erano realizzate in canapa le vele, le corde ed anche le carte nautiche.

La qualità della produzione italiana era eccellente, al punto da divenire primo fornitore della marina inglese.

Negli anni ‘30 del secolo scorso la coltivazione della canapa era diffusa in gran parte del territorio italiano e rappresentava una vera e propria risorsa economica, con impiego prevalente nel settore tessile e marinaro.

Con la fine della Seconda Guerra Mondiale, tuttavia, la coltura della canapa in Italia ebbe un drastico arresto, legato principalmente ad accordi volti a favorire lo sviluppo industriale del nylon, delle cartiere per stampare giornali dalla produzione di legname ed uso di solventi derivati dal petrolio.

Iniziò così una campagna denigratoria sull’utilizzo della canapa, equiparata tout court alla sostanza stupefacente, interrompendo una preziosa tradizione agricola ed industriale.

Con questo breve viaggio nella storia della canapa e nella sua introduzione nelle attività umane vogliamo ricordare come questa sia stata importante nella storia della nostra tradizione, con l’obiettivo di riqualificare una pianta ed una economia che hanno valorizzato la produzione italiana, nonché l’ambiente.

Letto 193 volte Ultima modifica il Lunedì, 15 Giugno 2020 14:43

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.